prosciutto nero casertano prosciuttificio ciarcia

Le sfumature gustose del prosciutto nero casertano

La carne suina permette di ricavare salumi gustosi e pregiati, grazie alle lavorazioni dell’antica tradizione e a periodi di stagionatura più o meno lunghi.

Un prodotto saporito e originale da gustare è il nero casertano, ovvero un prosciutto ottenuto dalle cosce posteriori del suino.

È un prosciutto con un periodo di stagionatura di almeno 18 mesi che si presenta come carne ricercata da cui si possono ricavare ricette deliziose.

Una delle qualità più pregiate del nero casertano è la presenza di grasso nobile, ovvero di abbondanza di tessuto intramuscolare che lo rende tenero e saporito.

 

Una provenienza antica

Il nero casertano deriva il suo nome da due elementi essenziali.

Innanzitutto, la peculiarità del suino è l’assenza di peluria e una cute grigio scuro, derivante dall’alimentazione selvatica e composta da alimenti naturali. Queste caratteristiche non solo donano lucentezza e maggior morbidezza alle carni, ma gli attribuiscono anche un profumo e un sapore più intensi.

In secondo luogo, il nome deriva dalla provenienza originaria dei maiali. Fin dall’epoca romana, questo ceppo suino si trovava prevalentemente in Italia Meridionale e in particolare veniva allevato allo stato semibrado nei boschi del Beneventano e del Casertano.

Oggigiorno, l’allevamento della razza nera si ritrova sia nelle zone collinari della Campania sia nelle regioni limitrofe, come il Lazio, il Molise e la Calabria.

Una lavorazione lenta e accurata

Laddove la qualità del suino è elevatissima, anche la lavorazione deve esserlo. Dopo essere stato sottoposto alla salatura, il nero casertano viene messo a bagno nel vino o in erbe aromatiche e posto poi a stagionare per molti mesi.

Dopodiché, a seconda dei gusti e delle ricette, si aggiungeranno altre spezie fresche e si procederà all’insaccatura. Una volta pronto, non basterà che assaporarlo nella sua intensità e prelibatezza.

 

Scopri il Prosciutto INero Casertano di Ciarcia

L’origine della morbida piacevolezza

Il gusto particolare di questo prodotto, che oltre ad essere lavorato come prosciutto fresco può essere trovato anche sotto forma di costate e salsicce, è dato dalle modalità di allevamento.

Questa particolare specie di suini si muovono apertamente e vengono nutriti con le giuste accortezze, in particolare prediligendo un’alimentazione a base di vegetali, con erbe, tuberi, cereali, cosicché crescano in salute.

Grazie a questa tecnica di allevamento, la carne assumerà una consistenza tenera e gustosa. Il maialino nero casertano è quindi di antica razza casertana ed è caratterizzato da una parte magra di colore rosso intenso e da una parte grassosa estremamente saporita.

Le carni del suino casertano rimangono infatti magre e ricche di Omega 3 e Omega 6 nonostante il grasso nobile sia presente e consistente. Inoltre, questo tipo di carne è povera di liquidi e piena di sali minerali.

Il sapore intenso e penetrante e l’aroma di erbe di campo rendono il maialino nero una vera prelibatezza nostrana, derivante da un allevamento libero, da un’alimentazione di foraggi naturali e da metodi di lavorazione di alta qualità.

Come gustare al meglio il prosciutto nero casertano

Il maiale casertano può essere quindi gustato in molteplici varianti, ma una delle più saporite è il prosciutto.

In questo periodo, le lunghe e fredde giornate si concludono spesso con stanchezza e poca voglia di cucinare. E allora perché non preparare una cena sfiziosa e veloce?

Il prosciutto nero casertano regala un’esplosione di emozioni al palato, semplicemente mangiandolo in un panino o su un crostino, magari accompagnato da qualche formaggio erborinato.

La selvaticità del salume, infatti, è perfetta da gustare sia assieme a dei sapori delicati, come una mousse di verdure o legumi, sia vicino note un po’ più decise, come appunto formaggi freschi o stagionati.

Che si tratti di piatti maestosi o di ricette per gustare il prosciutto al naturale, il nero casertano porta comunque bontà e tradizione su ogni tavola.

Arrotolata o tesa, da sola o come guarnizione, la pancetta è quindi un salume ricco che non deve mancare mai, poiché dona freschezza e piacevolezza a qualsiasi pasto.

Inoltre, con le festività dietro l’angolo, chiunque vorrà riscoprire i sapori antichi e ricreare piatti saporiti. Fornirsi quindi da esperti nel settore dei salumi è la scelta giusta.

Nel Prosciuttificio Ciarcia si rispettano tradizione e qualità

Gli aromi e la fragranza selvatica di questo prosciutto dimostrano quanto il belpaese ci tenga ai prodotti della terra e ad una lavorazione d’eccellenza.

Noi di Prosciuttificio Ciarcia teniamo alla qualità e lavoriamo ogni salume al meglio, per donargli un sapore unico e appetitoso.

Se vuoi saperne di più sui nostri prodotti e sul nostro amore per la tradizione, clicca qui.

 

Scopri il Prosciuttificio Ciarcia

 

Nicola Ciarcia
Owner and Production Manager

 

 

Leave a reply:

Your email address will not be published.





– Dichiaro di aver letto l’informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei dati

Site Footer

Sliding Sidebar