Alla scoperta dei prosciutti italiani: il turismo enogastronomico

L’indagine Coldiretti della scorsa estate l’ha confermato: quando un turista rientra in patria da un viaggio in Italia si porta dietro pasta, salumi e vini. La cucina del belpaese, da nord a sud, è ricca di prodotti tipici apprezzati da tutto il mondo.

La bella Italia

I salumi, proposti in tantissime varianti e perfetti da gustare sia al naturale sia accompagnati da altre stuzzicherie o bevande, simboleggiano la tradizione italiana che richiama una sensazione di convivialità unica e che incuriosisce gli stranieri. Motivo per cui, negli ultimi anni, si sono sviluppati due grandi fenomeni.

Innanzitutto, le terre nostrane offrono agli stranieri diverse varietà di prosciutti e formaggi, che di anno in anno vengono sempre più esportati all’estero, naturalmente a cifre maggiorate, in quanto ritenuti alimenti di grande pregio e bontà.

In secondo luogo, si è manifestato l’interesse per i sapori tradizionali e, dalla prospettiva straniera e soprattutto oltreoceano, dei prodotti italiani. La bella Italia, da sempre emblema di un’architettura mozzafiato e del buon cibo, è stata riscoperta negli ultimi anni, alimentando l’appetito di ogni cultura e incrementando così il turismo nelle principali città italiane.

Dopo una lunga passeggiata per le vie dei centri storici, quale migliore ricompensa di un tagliere di salumi e formaggi e un bel bicchiere di vino?

Un tour di sapori

Di conseguenza c’è stata l’ascesa di un fenomeno che, da sempre presente, dal 2010 al 2020 ha segnato cifre vertiginose di visitatori stranieri: il turismo enogastronomico.

Con turismo enogastronomico si intende un vero e proprio viaggio di piacere organizzato per conoscere e assaporare i prodotti offerti da un territorio. Il turista può quindi selezionare gli alimenti che vorrebbe conoscere scegliendo i luoghi in cui nascono o vengono maggiormente prodotti. In questo modo non solo verrà affascinato dalle bellezze paesaggistiche nostrane, ma potrà anche deliziare il suo palato con le preparazioni che da tanti secoli adornano le tavole di ogni regione.

Mercati, aziende, feste e sagre, alberghi possono quindi offrire ai visitatori, stranieri e non, veri viaggi sensoriali che renderanno il soggiorno italiano bello e buono.

In più, aziende vinicole, bar e ristoranti, possono predisporre portate dai gusti semplici, per insegnare ai turisti quanto la cucina italiana abbia basi genuine e gustose. La giusta soluzione sono gli affettati.

Il prosciutto come simbolo italiano

Le attività enogastronomiche sono in ascesa e capita quasi sempre che la scelta della destinazione dipenda dai sapori che si vogliono scoprire. Dato che una buona percentuale dei turisti è interessato a provare le esperienze della cena informale, quasi arrangiata, e dell’aperitivo, le regioni più selezionate sono quelle che offrono salumi e formaggi noti, tra cui il la Campania, il Lazio, il Veneto e l’Emilia-Romagna.

Il prosciutto, in particolare quello crudo, il cotto e la pancetta, sono il simbolo italiano per eccellenza, richiesti, assaggiati e imitati in tutto il mondo.

I turisti che viaggiano però alla volta di gusti unici e pregiati, scelgono l’Italia in quanto istituzione culinaria. I tour enogastronomici non sono quindi solo percorsi di degustazione e visita delle città, ma viaggi sensoriali a tutto tondo per apprendere interamente lo sviluppo di una cultura che ha fatto della tavola il suo punto di forza.

Ogni locale, per sbaragliare la concorrenza e sorprendere positivamente i turisti, dovrebbe quindi proporre un menù da degustare e che rifletta i prodotti locali tipici. Scegliere però gli affettati giusti non è semplice. L’ospite deve ricevere e assaporare il meglio che il territorio italiano può offrire.

L’eccezionalità del prosciutto

I salumi sono alimenti inimitabili e unici che rispecchiano la cultura italiana. Dall’allevamento corretto degli animali, alla selezione e lavorazione delle carni più pregiate, gli affettati trasmettono al palato sapori e sensazioni differenti.

Ecco perché affidarsi a professionisti che trattano la materia prima secondo la tradizione e la lavorazione antica è la scelta migliore.

Noi di Prosciuttificio Ciarcia offriamo diverse varietà di prosciutto che soddisfano ogni tipo di palato e potranno permettere ai turisti di conoscere i sapori italiani semplici e antichi. I nostri salumi sono lavorati secondo la tradizione irpina e rappresentano perfettamente la cura che gli italiani pongono verso i loro prodotti.

Se vuoi conoscere tutti i nostri prodotti, clicca qui sotto.

 

Scopri il Prosciuttificio Ciarcia

 

Nicola Ciarcia
Owner and Production Manager

 

 

Leave a reply:

Your email address will not be published.





– Dichiaro di aver letto l’informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei dati

Site Footer

Sliding Sidebar